News

Comitato di Modena presente all’udienza da Papa Francesco

7 Aprile 2024

Sabato 06 Aprile 2024 nell’Aula Paolo VI, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i volontari della Croce Rossa Italiana in occasione del 160° anniversario della fondazione, era presente anche il Nostro Comitato di Modena con 36 volontari.

Nell'aula ieri erano presenti in totale 6 mila Volontarie e Volontari provenienti da tutta Italia che  hanno dato il loro abbraccio a Papa Francesco. Una rappresentanza degli oltre 150 mila donne e uomini della Croce Rossa Italiana che sono impegnati quotidianamente ovunque per chiunque, per alleviare le sofferenze, mettendo al centro la dignità dell’essere umano, all’insegna dei sette Principi del nostro Movimento e di una Umanità diffusa che è l’elemento cardine della nostra attenzione alle persone vulnerabili, quelle stesse persone alle quali Sua Santità ha dedicato grande attenzione e sensibilità”. Queste le parole con le quali Rosario Valastro, Presidente della Croce Rossa Italiana, ha dato inizio al suo intervento.

“Sono molteplici le sfide che ogni giorno affrontiamo: forniamo assistenza alle vulnerabilità come la povertà, la migrazione, la solitudine involontaria che colpisce gli anziani, la dispersione scolastica dei più giovani e le emergenze umanitarie. Ci prepariamo e prepariamo le comunità in cui operiamo – ha aggiunto Valastro – alle sfide che potranno colpirci, facendo prevenzione e preparazione ai disastri, esercitandoci con le Istituzioni e le altre organizzazioni ad intervenire negli scenari più complessi. Studiamo e approfondiamo i cambiamenti nella società e le nuove tecnologie, sperando di poter esser pronti quando emergeranno nuove vulnerabilità e ci verrà chiesto di continuare ad essere al fianco delle persone più vulnerabili, portando quel messaggio che il nostro fondatore, Henry Dunant, nel 1859 urlò all’umanità: Tutti Fratelli!”

Nel corso dell’incontro sono state affrontate, attraverso le testimonianze di alcuni Volontarie e Volontari, le recenti sfide che hanno visto impegnata la Croce Rossa Italiana. Dalla pandemia all’alluvione in Emilia Romagna, dall’accoglienza alle persone migranti a Lampedusa fino alla crisi in Ucraina, per arrivare alle attività a supporto della popolazione nella Striscia di Gaza.

“Alle Volontarie e ai Volontari che intervennero per soccorrere i feriti, dare sostegno alle persone, cercare sopravvissuti tra le macerie, il mio più sincero grazie per essersi dedicati, in quella terribile circostanza e con la loro grande Umanità, a supportare chiunque ne avesse bisogno”, ha concluso Rosario Valastro, Presidente della Croce Rossa Italiana.

Inoltre il Consiglio Direttivo Nazionale CRI ha deciso di consegnare a Papa Francesco un regalo simbolico, ma concreto: nella giornata mondiale dei poveri, il 17 novembre prossimo, la Croce Rossa Italiana organizzerà un pranzo per i senza fissa dimora e gli altri vulnerabili che trovano spesso riparo sotto il Colonnato di San Pietro. Un pasto che sia anche un momento di vita comune, di avvicinamento e di orientamento per donne, uomini, ragazze e ragazzi.

La Croce Rossa Italiana, nel corso del 2023 e tramite i suoi Comitati, ha distribuito oltre 500.000 pacchi spesa.