Come essere Croce Rossa a Modena

Come essere Croce Rossa a Modena

<\/div>

Chi pensa all’opera di Croce Rossa solitamente si raffigura scenari di guerra, di calamità o di carestia ma, seppur toccati anche noi a Modena da eventi straordinari (il terremoto del 2012, le esondazioni dei nostri fiumi nel gennaio del 2014 e nel dicembre del 2020), la nostra opera quotidiana è ben oltre tutto questo.

Modena è una terra fortunata con un tessuto economico importante, con servizi funzionanti e con eccellenze (non solo in campo gastronomico o meccanico) che l’hanno resa famosa nel Mondo.

I nostri volontari certamente conoscono “il bello” del nostro territorio ma, proprio per l’opera volontaria che prestano, sanno riconoscere anche le fragilità forse meno evidenti ma comunque presenti nelle nostre zone.

Crediamo che nessuno più di chi vive quotidianamente il nostro territorio possa lavorare per prevenire, analizzare, progettare e quindi intervenire per essere un aiuto concreto ai più vulnerabili e rendere Modena ancor più bella.

L’approccio che diamo alle nostre attività nasce con una rigorosa e costante formazione e si sviluppa con gruppi di lavoro dedicati all’analisi ed alla progettazione di ogni nostro servizio; i nostri volontari quotidianamente impegnati nelle diverse attività sul territorio sono quindi solo la manifestazione finale di un processo scrupoloso ed attento iniziato ben prima del servizio stesso.

La nostra ambizione era, è e resta l’essere “Ovunque per Chiunque”, nel mondo come a Modena, in caso di calamità come nella vita di tutti i giorni, per chi manifesta sofferenza come per chi quella sofferenza la avverte ma magri tenta pudicamente di tenerla nascosta.

Viviamo la nostra opera volontaria uniti dal denominatore comune rappresentato dai nostri Sette Principi e con lo spirito di servizio, la passione e l’impegno che già nel 1862 indicava il fondatore di Croce Rossa Henry Dunant: Poiché tutti possono, in un modo o nell’altro, ciascuno nella sua sfera e secondo le sue forze, contribuire in qualche misura a questa buonaopera”.

Noi siamo, anche a Modena: “Un’Italia che aiuta”.

Carlo Meschiari
Presidente
Crce Rossa Italiana – Comitato di Modena