Che ruolo gioca Area 6? – Lola Fabbri, delegata area 6

L’area 6 è come le fondamenta di un edificio.

L’area 6 è definita come l’area “sviluppo” ma cosa significa? Se la rappresentazione delle attività di Croce Rossa è composta da 5 aree in verticale, area 1 – Salute, area 2 – Sociale, area 3 – Emergenza, area 4 – Principi e valori e area 5 – Giovani, Area 6 è collocata alla base ed è trasversale a tutte le area verticali. L’area 6, quindi, si può considerare come le fondamenta di un edificio, che, se solide, possa reggere un grande palazzo. L’area 6 è di servizio a tutte le altre e, quando lavora bene, può facilitare lo sviluppo dell’intero Comitato. Le linee guida che ci siamo dati nel definire cosa intendiamo perseguire e come, trovano la loro fonte in alcune parole chiave della strategia CRI 2020-2030:

  • “puntiamo a rafforzare la capacità organizzativa”
  • “a migliorare il nostro livello di preparazione e competenza”
  • “favorire lo scambio costruttivo di idee, nonché una comunicazione regolare ed efficiente sia all’interno sia verso l’esterno”
  • “con uno spazio in cui discutere e sperimentare nuove idee, con l’uso di tecnologie d’avanguardia, in un ambiente che stimoli il cambiamento.”

La traduzione sul piano operativo ci ha portati a concordare, all’interno dell’area, pochi ma chiari criteri:

  1. in ogni attività che svolgiamo sono fondamentali l’analisi e la definizione degli obiettivi da perseguire;
  2. la successiva traduzione delle idee in un progetto con i relativi step di misurazione;
  3. l’imprescindibile lavoro in team per promuovere la collaborazione e la partecipazione.

Mi sento di affermare che l’entusiasmo, l’impegno e i risultati sono il frutto dell’effettiva applicazione del terzo punto: abbiamo iniziato a lavorare e stiamo perseguendo con impegno la costruzione del lavoro di team dove ognuno è in grado di aiutare e di essere aiutato nella costruzione del risultato insieme.

Ad oggi in quest’area forniscono una preziosa collaborazione oltre trenta volontari. È un’area così ampia e così articolata che richiede contributi anche molto diversi tra di loro, collaborazione, suggerimenti, competenze tecniche, azioni. I servizi-attività tradizionali che oggi caratterizzano l’Area 6 sono:

  • la Comunicazione Esterna
  • La Comunicazione Interna
  • Il Recruiting
  • Il Corso base

Altri servizi invece sono nuovi nel Comitato di Modena quali:

  • Programmazione e Reporting
  • Sviluppo Organizzativo e Tecnologico
  • Fundraising
  • Sviluppo Territoriale

Fino ad oggi (17/5/20 n.d.r.) l’area 6 ha presentato al Consiglio circa 20 progetti molti dei quali sono stati di medie dimensioni, ad esempio “Il volontario consapevole”, o altri piccoli, ad esempio “Un sorriso in emergenza”. Altri, come la newsletter interna per i volontari sono più durature nel tempo, in ogni caso continuiamo a proporre dei progetti per fare che i fondamenti del Comitato di Modena sia ancora più solida.